La pandemia: dove siamo.

Ansia da DPCM Eccomi qui di nuovo a scrivere sulla pandemia. Ne ho scritto un bel po', su facebook, più che altro. Come hanno fatto in molti. Ma questa volta provo a scrivere una cosa più lunga e articolata. E' difficile. Veramente un'impresa titanica. Ci sono dei miei amici e conoscenti, gente intelligente e preparata,… Continue reading La pandemia: dove siamo.

Traduzione della recensione di Planet of the Humans di Harry Gibbs

Può essere tonificante vedere un vero credente andare mettere in discussione le proprie vacche sacre. Ma nella sua fretta di essere di larghe vedute sulle sue tanto agognate convinzioni ambientali, Jeff Gibbs ha buttato fuori il bambino con l'acqua sporca. Ha messo insieme l'energia solare ed eolica, che mantengono promesse sostanziali nonostante i loro svantaggi,… Continue reading Traduzione della recensione di Planet of the Humans di Harry Gibbs

Smettetela di illudervi. Questo blocco totale dovuto al virus è solo l’inizio della fine. Preparatevi al peggio.

Qui la versione originale https://consciousnessofsheep.co.uk/2020/04/15/is-this-sustainable/ L'editoriale di domenica del Guardian è senza dubbio corretto quando dice che: "È troppo presto per dire con certezza quale sarà l'impatto del coronavirus sull'emergenza climatica. I freni posti su attività economiche di vario genere, in tutto il mondo, hanno portato a riduzioni delle emissioni di carbonio che in precedenza… Continue reading Smettetela di illudervi. Questo blocco totale dovuto al virus è solo l’inizio della fine. Preparatevi al peggio.

By the time we notice we’re hungry, it may be too late.

As Charles Eisenstein writes in the short essay which, to my mind, gathers the best words and ideas written so far about this all-too-unreal thing called coronavirus, everyone should have the humility to admit that we don't really know what's going on. Why, for example, are now China censoring research into the origin of the… Continue reading By the time we notice we’re hungry, it may be too late.

Coronavirus diary. Passeggiate emergenziali. Emergency walk.

  ENGLISH VERSION Empty streets. In a city of over 300,000 people. Absolutely empty, abandoned, spooky streets. Only the hiss of electricity running along the cables. The meow of the cats that come together and some cars that pass by. It is only 10.30 on a Friday evening and here, in via Roccaromana, above the… Continue reading Coronavirus diary. Passeggiate emergenziali. Emergency walk.

Prologo al romanzo “Di squarci e di isole” di Salvatore Nastasi.

Di squarci e di isole. Squarci: di sole, di luce, d’improvviso, quando il cielo è coperto, nuvolo, uniformemente grigio in un inverno che sembra non finire più, anche al sud. Isole: isole come terre, donne, uomini, bambini, umani. Forse siamo isole, di certo non siamo isolati. Ci sono altre isole, oltre il mare, oltre l’acqua… Continue reading Prologo al romanzo “Di squarci e di isole” di Salvatore Nastasi.